Hai mai pensato di arredare il tuo bagno con piante ornamentali o semplicemente con dei fiori?

Il bagno è quella stanza della casa dove si inizia e si termina la giornata.

Decorarlo con le piante giuste non è solamente un vezzo estetico, il verde ha un influsso benefico sulla mente umana; aiuta ad essere più rilassati ed ottimisti.

Oppure se vuoi rendere il tuo bagno fascinoso ed elegante puoi mettere dei fiori come le orchidee che durano mesi e mesi, altrimenti un vaso di fiori dal quale trarrai beneficio solo per una settimana o dieci giorni.

 

Ti consiglio di optare per le piante Verdi per 2 motivi:

 

  • La vegetazione fa sembrare lo spazio più grande; cosa non da poco, viste le ridotte dimensioni dei locali di servizio inseriti nelle case di oggi.
  • Alcune varietà sono in grado di migliorare la qualità dell’aria; assorbendo le sostanze tossiche che possono sprigionare i detersivi, le lacche, le vernici…

 

Ecco alcuni esempi: Edera, Ficus Lyrata, Aloe, Kenzia, Filodendri.

3 FATTORI FONDAMENTALI

 

Ricorda di tenere conto di 3 fattori fondamentali :

 

  • Umidità, si intende la quantità di vapore acqueo presente nell’aria. Il bagno è un ambiente molto favorevole  ed adatto per accogliere le piante di appartamento. Normalmente una pianta necessita almeno il 40% di umidità-
  • Luce, fondamentale per la fotosintesi; la pianta si nutre oltre all’acqua, anche e soprattutto della luce. L’ideale è la luce filtrata attraverso la tenda, mai diretta.
  • Temperatura, le piante d’appartamento provengono da zone tropicali, in genere prosperano tra i 15 e 21 gradi. Il bagno è proprio la zona giusta per poter godere di piante verdi.

 A CIASCUNA IL SUO POSTO

 

Vediamo ora dove poter collocare le piante d’appartamento rendendo la stanza  da bagno più chic e allegra!

 

Sul lavandino  e a bordo vasca

Generalmente questi sono spazi ristretti che si prestano ad accogliere poche piante dalle dimensioni ridotte.

Tra le piante da fiore, quelle che garantiscono un prolungato e colorato rigoglio possono essere:

VIOLETTA Persiana, ANTHURIUM, CAMPANULA, BEGONIA

 

Sul davanzale della finestra

Naturalmente all’ interno,  si possono disporre  piante che amano la luce diretta o filtrat dalle tende come:

KALANKHOE, BULBI come Giacinti o Croco, la GUZMANIA

 

Sopra le mensole

Questo è un posto ideale  per mettere piante che non devono avere una luce diretta come:

FELCI, ASPARAGUS, FICUS PUMILA, SAXIFRAGA, CALATHEA, SPATIFILLO…

 CURE E MANUTENZIONI

 

Tenere degli elementi vegetali in bagno non è  complicato e nemmeno difficile. Certo che hanno bisogno di piccole e indispensabili cure saltuarie.

Le annaffiature devono essere moderate, perché l’ambiente è già ricco di umidità;

si interviene solo quando il terreno è secco al tatto, meglio sarebbe al mattino.

Un paio di volte all’anno usare del fertilizzante, e tenere pulite le foglie più brutte almeno una volta al mese.

Tutto qua!  Non è difficile!

Io personalmente adoro le piante e i fiori nel bagno, le annaffio ogni 10 giorni e devo dire che sono spettacolari.

Se anche tu hai delle piante o fiori nel tuo bagno, oppure vuoi sperimentare la possibilità di collocare qualche meravigliosa piantina, vedrai come renderà il tuo bagno allegro, colorato e “vivo”!

Io passo moltissimo tempo in bagno; per me un po’ di compagnia ed allegria  sono fondamentali!

Ti auguro di sperimentare, vedrai come acquista più charme e vitalità il tuo bagno.

Per qualsiasi consiglio non esitare a scrivermi.

Buon relax.

Virna Picinali Flower Designer